Connect with us

Grandi Mamme | il mondo dei bambini e delle famiglie raccontato dalle mamme – idee regalo, giocattoli, giochi, creatività e consigli

Foto dei bambini sui Social si o no? Ecco cosa ne pensano le nostre mamme

Foto dei bambini sui Social

Educazione

Foto dei bambini sui Social si o no? Ecco cosa ne pensano le nostre mamme

Sono l’orgoglio di mamme e papà, profumano, crescono, imparano, riflettono il nostro lato più bello, sono forse la cosa migliore che ci rappresenta ed è per questo che spesso scatta nei genitori l’impulso irrefrenabile di mostrare al mondo ciò di cui siamo tanto fieri e ciò che, nonostante i mille difetti, problemi, difficoltà, siamo riusciti a creare per rendere il mondo migliore. Di cosa parliamo? Dei bambini, dei figli, dei nipoti e dell’esigenza o meno dei genitori di farli conoscere al mondo virtuale dei social network.

La foto in sala parto, il primo compleanno, il primo giorno di scuola, le vacanze al mare, le coccole, le gare di nuoto. Ogni occasione è ghiotta per pubblicare foto dei bambini su Facebook e Instagram. Che sia l’account di mamma o papà poco importante ma il momento va immortalato e condiviso. I social network sono nati anche per questo, per condividere liberamente  e rimanere aggiornati sulla vita dei nostri amici e familiari.

Foto dei bambini sui social

Ma quando si tratta di bambini e minori come ci si deve comportare sui social? Come potete immaginare la spaccatura fra favorevoli e contrari è ancora molto ampia. C’è chi “assolutamente no”, chi si rifugia dietro stickers a forma di cuore o smile che nascondono il viso del piccolo e chi “Pubblico tutto senza alcun problema”.  In Inghilterra un recente studio ha evidenziato che ogni anno un bambino appare in media in 195 istantanee postate sul Web. Prima che compia 5 anni quello stesso bambino è protagonista almeno di 973 scatti.

Numeri da capogiro, ma per vederci meglio abbiamo chiesto a voi, alle mamme  di Grandi Mamme, tramite un sondaggio lanciato sulla nostra fanpage di Facebook, cosa veramente ne pensate su questo delicato tema. Ci avete risposto in tante, da ogni parte d’Italia. Da Roma a Palermo, Bari, Latina, Milano, Bergamo, Ferrara, Taranto e Novara, solo per citarne alcune. Siete impiegate, mamme a tempo pieno, manager, architetti, commesse, medici, designer, ma sopratutto siete mamme.

Foto dei bambini sui social

Come ci aspettavamo i risultati rispecchiano il pensiero comune della forte spaccatura tra favorevoli e contrari ma a prevalere è il Si, la maggior parte di voi mamme (il 36,6%) è pienamente favorevole alla pubblicazione di foto dei propri bambini sui Social Network, da Facebook a Instagram.  A seguire con il 29,6% il netto e assoluto no alla pubblicazione di foto di bambini sui social. Ma non ci si limita a questo, viene vietato infatti a parenti e amici di non pubblicare foto dove siano presenti i propri figli.  Solo una piccola percentuale  di mamme pensa che si possano pubblicare foto di bambini ma con le dovute accortenze, come coprire il viso del bambino o ritrarlo di spalle.

“Io sinceramente non metto foto di mio figlio e le poche volte che lo faccio non si vede il volto.lo faccio per la sua privacy per la sua futura libertà di decidere se avere o no foto sui social.” Claudia L.

“Non ci trovo niente di male purché sia io a farlo. Non capisco quelli che fingono di censurare i volti dei bimbi. Fingono perché mettono una stellina su un occhio, o coprono solo parte del viso”. Dani R.

Foto dei bambini sui social

“Personalmente pubblico le foto di mio figlio dal primo giorno di vita. Certo non pubblico foto di mio figlio scoperto, quello no.Purtroppo viviamo in una società dove la privacy non esiste più. Basta solo usare il buonsenso”. Sara M.

Bene, pensando che sia una libera scelta dei genitori quella di pubblicare o meno le foto dei propri figli sui social network, diamo in ogni caso uno sguardo a quello che dice la legge. Ci sono delle tutele e delle norme  a cui fare riferimento in questo caso? Ebbene si.

– Il codice civile, il cui articolo 10 dispone un generico divieto di utilizzo di immagini altrui qualora l’esposizione o la pubblicazione siano effettuate fuori dai casi consentiti dalla legge o, comunque, in modo da ledere il decoro o la reputazione della persona ritratta.

– La legge sul diritto d’autore (legge 633/1941) e, più precisamente, gli articoli 96 e 97, secondo cui Il ritratto di una persona non può essere esposto, riprodotto o messo in commercio senza il suo consenso

– Il Codice privacy (D. lgs. 196/2003), che tutela l’immagine quale dato personale qualora consenta di identificare la persona ritratta, disponendo che il suo trattamento sia possibile solo previo consenso espresso da parte del soggetto ritratto, a meno che non ricorra una delle ipotesi di esenzione in presenza delle quali è possibile effettuare il trattamento dei dati anche senza autorizzazione.

– Alcune norme penalistiche che vietano, in assenza di consenso, la pubblicazione delle immagini di minori.

E per quanto riguarda Facebook? Bene,  dovete sapere che quando decidiamo di pubblicare online, all’interno di una piattaforma social, una fotografia che ci ritrae, di fatto, autorizziamo il titolare della piattaforma al suo utilizzo, secondo quanto indicato nelle condizioni che si accettano in fase di iscrizione al social network. Nel caso in cui l’immagine si riferisca a un minore, poiché quest’ultimo è privo di capacità di agire, gli atti dispositivi potranno essere compiuti dal suo legale rappresentante, ovvero dal genitore.

Se non avete avuto modo di rispondere al sondaggio, scriveteci pure qui nei commenti o sulla nostra fanpage di Facebook la vostra opinione in merito.

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Educazione

Categorie

Articoli recenti

To Top